Il Nostro Istituto

L’Istituto di Istruzione superiore “Enzo Ferrari” nasce dall’accorpamento di tre storici Istituti tecnici: l'ITIS "G.Vallauri", l’'ITC " G. da Verrazano", l' ITIS "Hertz".

Nell’attuale scenario l’Istituto tecnico ha il compito di sviluppare non solo le competenze necessarie al mondo del lavoro e delle professioni, ma anche le capacità di comprensione e applicazione delle innovazioni che lo sviluppo della scienza e della tecnica continuamente produce.

La nostra sfida?

Diventare una “scuola dell’innovazione” sempre orientata al cambiamento e allo sviluppo dell’apprendimento permanente.

Grazie anche all’attivazione del Liceo scientifico, opzione Scienze applicate, i nostri percorsi promuovono una riflessione sulla scienza, le sue conquiste e i suoi limiti, la sua evoluzione storica, il suo metodo in rapporto alle tecnologie.

Il nostro obiettivo principale è quello di valorizzare il metodo scientifico e il sapere

tecnologico, lasciando spazio alla libertà di pensiero, alla creatività, alla collaborazione, in quanto valori fondamentali per formare cittadini attivi e consapevoli.

In questo scenario, orientato al raggiungimento delle competenze richieste dal mondo del lavoro e

delle professioni, le discipline si intersecano tra loro per il raggiungimento dei risultati di apprendimento previsti dall’ordinamento degli studi. Le metodologie didattiche proposte sono coerenti con l’impostazione culturale dell’istruzione tecnica e dell’istruzione liceale e realizzano, soprattutto attraverso una didattica laboratoriale di tipo induttivo, molteplici attività progettuali per sviluppare il rapporto con territorio, con le realtà produttive e di ricerca scientifica.

Il nostro istituto si propone al territorio “come un laboratorio di costruzione del futuro”, per sviluppare nelle giovani generazioni “la curiosità, il fascino della ricerca, del costruire insieme dei prodotti, di proiettare nel futuro il proprio impegno professionale per una piena realizzazione sul piano culturale, umano e sociale. In un mondo sempre più complesso e in continua trasformazione, l’immaginazione è il valore aggiunto per quanti vogliono creare qualcosa di nuovo, di proprio, di distintivo; qualcosa che dia significato alla propria storia, alle proprie scelte, ad un progetto di una società più giusta e solidale”.